mariofilippo.com logo

Il naufragio della nave "Costa Concordia" del 13 gennaio 2012 davanti all'isola Del Giglio

Storia

Costruita dai cantieri navali della Fincantieri di Sestri Ponente, è stata varata il 2 settembre 2005. È stata battezzata il 7 luglio 2006 dalla modella Eva Herzigová nel porto di Civitavecchia e la crociera inaugurale è avvenuta il 9 luglio 2006.

Il nome Concordia fa riferimento all'unità e alla pace fra le nazioni europee. I suoi tredici ponti hanno i nomi di altrettanti stati europei (Olanda, Svezia, Belgio, Grecia, Italia, Gran Bretagna, Irlanda, Portogallo, Francia, Germania, Spagna, Austria e Polonia).

È uscita dal regolare servizio di navigazione il 31 gennaio 2012, com'è stato annunciato dalla compagnia, dopo il naufragio subìto nella notte del 13 gennaio 2012 presso l'Isola del Giglio, che ne ha causato il parziale affondamento.[2][3] Il sinistro ha provocato 30 morti e 2 dispersi.[4]

La Concordia risulta essere la nave passeggeri di più grosso tonnellaggio mai naufragata.[5]
Caratteristiche

Costa Concordia è stata una delle più grandi navi della flotta dal 2006, anno del varo, al 2012, anno del suo naufragio. Può vantare per prima la costruzione del più grande centro benessere a bordo di una nave, denominato Samsara Spa, dislocato su due piani e con una superficie di oltre 2 100 m² inclusi i piani superiori. La nave ha 1 500 cabine totali, delle quali 87 all'interno dell'area benessere e 505 con balcone privato, 58 suite con balcone privato e altre 12 suite all'interno dell'area benessere.

La nave ha quattro piscine salate, due delle quali con copertura semovente in cristallo, che ne permette l'utilizzo anche durante le stagioni invernali o in caso di maltempo, e una dotata di scivolo toboga; cinque vasche idromassaggio Jacuzzi ad acqua calda; un campo polisportivo; un percorso jogging.

Dispone di 5 ristoranti, dei quali due a pagamento, e 13 bar.

Per le attività di intrattenimento, Costa Concordia offre un teatro disposto su tre piani: il teatro Atene, un simulatore di guida Gran Premio, videogiochi, una discoteca, sale da ballo, casinò e un cinema 4D.

Nel 2007 è stata affiancata dalla nave gemella Costa Serena, nel 2009 dall'altra nave gemella Costa Pacifica, nel 2011 dalla Costa Favolosa e nel maggio del 2012 dalla Costa Fascinosa.
Incidenti
2008

Il 22 novembre 2008, a Palermo, mentre era in manovra di ormeggio nel porto, a causa di una forte raffica di vento ha urtato contro un bacino galleggiante ormeggiato nel porto di Palermo, riportando danni alla fiancata di dritta e al portellone di prua. I danni sono stati parzialmente riparati in circa 10 ore, consentendo alla nave di continuare la crociera. Durante le soste successive si è provveduto ad ultimare le riparazioni.[6]
2010

Durante la notte tra il 3 e il 4 maggio 2010 un passeggero di nazionalità russa, di 33 anni, cade in mare da uno dei ponti della nave. Il corpo verrà ripescato qualche giorno dopo e le cause della tragedia non verranno mai accertate, anche se l'ipotesi del suicidio è la più accreditata. L'incidente è avvenuto al largo delle coste francesi, sulla rotta tra Savona e Barcellona.[7]

Il 7 novembre 2010, durante una sosta nel porto di Savona, la nave a causa del vento ha urtato la torre di una gru Gottwald, ferma inoperativa e stabilizzata, sulla banchina 14, spostandola di quasi 20 metri. Fortunatamente sulla gru non vi era nessun operatore.[7]
2012
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Naufragio della Costa Concordia.
Luogo dell'incagliamento sull'Isola del Giglio.
42.36486°N 10.92124°E
La Costa Concordia naufragata all'imboccatura di Giglio Porto.

La sera del 13 gennaio 2012, la nave, che stava effettuando una crociera nel Mediterraneo con partenza da Civitavecchia e scali previsti a Savona, Marsiglia, Barcellona, Palma de Maiorca, Cagliari, Palermo, ha urtato alle 21:42[8] il più piccolo degli scogli de Le Scole, situato a circa 500 metri dal porto dell'Isola del Giglio, provocando uno squarcio di 70 metri nello scafo e causando 30 morti, 2 dispersi[4] e numerosi feriti. La notizia si è diffusa velocemente ed è accorso un gran numero di soccorritori e volontari, in tutto più di 300 secondo vari telegiornali nazionali.

Il 31 gennaio 2012 gli armatori della Costa Crociere hanno dichiarato che, una volta recuperata, la Costa Concordia non tornerà in servizio.[9]*
*notizie Da Wikipedia l'Enciclopedia Libera
Share
Link
https://www.mariofilippo.com/il_naufragio_della_nave_costa_concordia_del_13_gennaio_2012_davanti_all_isola_del_giglio-r3109
CLOSE
loading